07/10 | Giochi d’autunno all’anfiteatro

LUOGO DELL’EVENTO: Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno

DESCRIZIONE DELL’EVENTO: L’evento, organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia, dal Comune di Cividate Camuno – Commissione Biblioteca e dalla Proloco Cividatese, è dedicato ai più piccoli. Un pomeriggio di giochi e divertimento all’anfiteatro, con corsa con pony e carretto, alla scoperta della Valle Camonica romana!

DATA E ORARIO DELL’EVENTO: sabato 7 ottobre, dalle h15:00 alle h16:30

DURATA DELL’EVENTO: h1,5

REFERENTE DELL’EVENTO: Mario Damioli – Comune di Cividate Camuno-Biblioteca

CONTATTI:
Proloco Cividatese – Tel. 0364 341244

DESCRIZIONE SINTETICA DEL BENE O DEL SITO STORICO-ARTISTICO: Il Parco Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno si estende su una superficie di circa 20.000mq nella parte settentrionale dell’antica Civitas Camunnorum, capoluogo politico e amministrativo della Valle Camonica in epoca romana. Inaugurato nel marzo del 2003 al termine di un lungo e complesso intervento di scavo, restauro e valorizzazione, esso offre un eccezionale spaccato monumentale della città antica. All’interno si conservano i resti di un anfiteatro (riportato interamente alla luce nelle strutture perimetrali) e di un teatro (oggi visibile per un terzo del totale, per il resto sepolto sotto un giardino e un’abitazione privati). Completa il complesso una serie di edifici e di ambienti di servizio, tra i quali un sacello e delle piccole terme. Si tratta di uno degli edifici da spettacolo romani meglio conservati di tutta l’Italia Settentrionale.

 

08/10 | ScopriAMO il Museo – Giornate delle Famiglie in Museo

LUOGO DELL’EVENTO: Museo Nazionale Archeologico della Valle Camonica, via Roma 29, Cividate Camuno

DESCRIZIONE DELL’EVENTO: L’evento, organizzato dal Polo Museale della Lombardia in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia, è dedicato ai bambini e alle famiglie. In occasione della Giornata Nazionale delle famiglie in Museo (FaMu 2017) sono previsti giochi e attività alla scoperta del museo, per avvicinare i bambini all’archeologia e alla Valle Camonica romana in maniera divertente e coinvolgente. L’attività continuerà per tutta la giornata grazie a un’apertura straordinaria pomeridiana.

DATA E ORARIO DELL’EVENTO: domenica 8 ottobre, dalle h09:00 alle h17:30

DURATA DELL’EVENTO: da h1 a h2

REFERENTE DELL’EVENTO: Serena Solano – Direttore del Museo

CONTATTI:
Museo – Tel. 036434301

DESCRIZIONE SINTETICA DEL BENE O DEL SITO STORICO-ARTISTICO: Il Museo Nazionale Archeologico della Valle Camonica espone i materiali di età romana provenienti da Cividate Camuno, antica Civitas Camunnorum e dal territorio. Nella ricca collezione di reperti esposti si distinguono la maestosa statua in marmo greco della dea Minerva trovata presso il Santuario di Spinera di Breno, la statua maschile di nudo eroico in marmo di Vezza d’Oglio (dall’area del foro di Cividate Camuno), la porta in legno del II-I secolo a.C. recuperata nella casa di Pescarzo di Capo di Ponte (una delle meglio conservate dell’antichità) e ricchi corredi con gioielli in oro e argento dalle necropoli di Borno.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI: Il museo sarà aperto dalle h08:30 alle h18:00.

14/10 | Apertura straordinaria serale

LUOGO DELL’EVENTO: Museo Nazionale Archeologico della Valle Camonica, via Roma 29, Cividate Camuno

DESCRIZIONE DELL’EVENTO: Apertura straordinaria serale del Museo Nazionale Archeologico della Valle Camonica

DATA E ORARIO DELL’EVENTO: sabato 14 ottobre, dalle h08:30 alle h22:00

REFERENTE DELL’EVENTO: Serena Solano – Direttore del Museo

CONTATTI:
Museo – Tel. 0364 34301

DESCRIZIONE SINTETICA DEL BENE O DEL SITO STORICO-ARTISTICO: Il Museo Nazionale Archeologico della Valle Camonica espone i materiali di età romana provenienti da Cividate Camuno, antica Civitas Camunnorum e dal territorio. Nella ricca collezione di reperti esposti si distinguono la maestosa statua in marmo greco della dea Minerva trovata presso il Santuario di Spinera di Breno, la statua maschile di nudo eroico in marmo di Vezza d’Oglio (dall’area del foro di Cividate Camuno), la porta in legno del II-I secolo a.C. recuperata nella casa di Pescarzo di Capo di Ponte (una delle meglio conservate dell’antichità) e ricchi corredi con gioielli in oro e argento dalle necropoli di Borno.